Fare rete su natura 2000 in Italia LIFE10 INF/IT/000272

Introduzione
Dall’agricoltura hanno avuto origine molti ecosistemi; l’agricoltura può contribuire oggi al mantenimento della diversità delle specie e di un pool genico di grandi dimensioni. La perdita di biodiversità non può essere arrestata senza l’impegno attivo degli agricoltori, i principali gestori del territorio in Europa. L’Italia è il paese europeo con la più alta percentuale di terreni agricoli in siti Natura 2000: circa il 30% della superficie totale. Pertanto, la rete offre un’opportunità unica per gestire e monitorare i progressi nella conservazione della biodiversità nelle aree rurali e agricole. Secondo l’Istituto Nazionale Economia Agraria, INEA, circa 218 000 aziende agricole si trovano all’interno della rete Natura 2000. Nonostante questo, la rete ecologica europea è ancora poco conosciuta ed i relativi benefici in termini di servizi alla società e come potenziale fonte di occupazione e di reddito non sono pienamente apprezzato da agricoltori e amministratori pubblici. Questo rappresenta un punto debole per il futuro sviluppo della rete Natura 2000.

Descrizione del progetto
L’obiettivo generale del progetto è di sostenere l’attuazione della politica dell’Unione europea per la biodiversità, il target e la strategia 2020, aumentando la consapevolezza e la comprensione degli stakeholder e delle persone che vivono e/o lavorano in zone agricole/rurali della rete Natura 2000 come mezzo per il loro coinvolgimento nella protezione della biodiversità.

Gli obiettivi specifici del progetto sono:
• aumentare la consapevolezza della rete Natura 2000 e dei suoi benefici tra gli amministratori pubblici e tra gli agricoltori italiani in zone agricole e rurali;
• offrire un’opportunità di collaborazione e di armonizzazione a livello nazionale e regionale degli uffici con competenze sull’ambiente e quelli con competenze sull’agricoltura, con l’obiettivo di promuovere l’integrazione delle politiche territoriali per lo sviluppo della rete Natura 2000;
• facilitare l’accesso ai fondi regionali, nazionali e comunitari finalizzati allo sviluppo sostenibile nelle zone agricole e rurali nei siti Natura 2000, e
• promuovere scambi di esperienze e prassi tra amministratori pubblici, agricoltori e le persone che vivono e lavorano nelle zone agricole e rurali all’interno dei siti Natura 2000.

Questi obiettivi saranno raggiunti attraverso:
• una campagna di informazione e sensibilizzazione rivolta agli amministratori pubblici per accrescere la conoscenza sia in termini di obblighi di legge, che dei potenziali benefici della rete ecologica europea. L’azione è destinata anche a fornire un supporto alla comunicazione, attraverso la distribuzione di uno specifico kit, con indicazioni pratiche (un manuale di comunicazione) e strumenti (spot radio, video, edugame) che possono essere usati per comunicare con gli stakeholder. Un tour didattico sarà organizzato per facilitare la conoscenza e lo scambio delle migliori pratiche.
• Una campagna di informazione e sensibilizzazione rivolta agli agricoltori per aumentare la conoscenza di Natura 2000, il suo ruolo essenziale nella protezione della biodiversità e le opportunità che esso offre a coloro che operano nell’ambito della rete ecologica europea. Questa attività sarà effettuata in tutte le regioni italiane attraverso una serie di eventi che coinvolgeranno anche il pubblico in generale e di un tour didattico organizzato per gli agricoltori.
• Una campagna di informazione e sensibilizzazione rivolta alle scuole nei distretti agricoli e rurali per rafforzare il rapporto dei giovani con il territorio in cui vivono e per renderli consapevoli dell’importanza della natura e della biodiversità. La campagna comprende lo svolgimento di un programma didattico/educativo e l’assegnazione di un premio speciale per l’adozione di un sito Natura 2000. Le attività comprenderanno una serie di seminari volti a formare gli insegnanti.
• La realizzazione di seminari e workshop a livello regionale e locale per gli amministratori pubblici e per gli agricoltori. Gli incontri si svolgeranno in tutte le regioni italiane e saranno finalizzati ad aumentare le competenze tecniche per una gestione efficace dei siti Natura 2000.

Partner
CTS (coordinatore), ISPRA, Regione Lombardia, Coldiretti e Comunità Ambiente.

Durata
Novembre 2011 – Ottobre 2014

Link al sito web del progetto
http://www.farenait.eu/