SPIN Strategia per l’implementazione di Natura 2000 in Sicilia LIFE12 NAT/IT/000370

Introduzione
La Sicilia è l’isola più grande del Mediterraneo. L’isolamento geografico, la vicinanza all’Africa e la diversità geomorfologica di montagne, pianure, fiumi, nonché di dune, estuari e isole, hanno creato un enorme patrimonio di biodiversità con pochi eguali in Europa. La Sicilia comprende 238 siti Natura 2000, con una superficie pari al 25% della sua superficie regionale.
La Sicilia è parte della regione biogeografica mediterranea: la più minacciata dai cambiamenti climatici. Una delle sfide del progetto e uno degli obiettivi a lungo termine è la conservazione della natura attraverso l’adattamento ai cambiamenti climatici, realizzando una delle azioni del Libro bianco della Commissione europea, che sottolinea la necessità che l’UE adotti un’azione integrata di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici. Inoltre, la strategia UE sulla biodiversità sottolinea l’importanza di affrontare i cambiamenti climatici nell’UE. I siti Natura 2000 sono una risorsa fondamentale per proteggere la biodiversità e gli interessi economici e sociali.

Descrizione del progetto
L’obiettivo principale del progetto SPIN è produrre un programma per la gestione a lungo termine e per il ripristino dei siti, degli habitat e delle specie in uno stato soddisfacente di conservazione. A tal fine saranno considerate le fonti di finanziamento UE, nazionali e regionali e sarà prodotto un elenco di azioni prioritarie da effettuare nel prossimo decennio.
Il miglioramento della qualità e dello stato dei luoghi attraverso le attività di gestione o di restauro, la creazione di fasce tampone sono solo esempi di misure essenziali per la gestione della rete Natura 2000. Le misure di conservazione richiedono il coinvolgimento dei naturalisti, ma anche di altri settori, tra cui l’agricoltura, la pesca, la silvicoltura, dei proprietari privati.
La strategia di gestione sarà progettata tenendo in considerazione i possibili effetti dei cambiamenti climatici nei siti Natura 2000, al fine di limitare gli effetti negativi del cambiamento climatico e per migliorare i suoi effetti positivi. L’applicazione di misure dentro e in prossimità dei siti per aumentare la coerenza della rete permetterà di migliorare la resilienza dei siti nei confronti dei cambiamenti ambientali. Anche le priorità di conservazione saranno individuate prendendo in considerazione lo scenario futuro inclusi i cambiamenti climatici.

Gli obiettivi specifici del progetto sono:
• Un contributo significativo al raggiungimento degli obiettivi fissati dalla strategia UE per la biodiversità e il raggiungimento entro il 2020 dell’obiettivo principale dell’UE di “arrestare la perdita di biodiversità e il degrado dei servizi ecosistemici nell’UE entro il 2020, e ripristinarli nei limiti del possibile, incrementando nel contempo il contributo dell’UE alla prevenzione della perdita di biodiversità a livello mondiale”
• Una panoramica realistica del valore della rete Natura 2000 in Sicilia, non solo da un punto di vista della conservazione della natura e in termini di servizi ecosistemici, ma anche da un punto di vista socio-economico
• Una gestione razionale e multisettoriale della rete Natura 2000 regionale
• Un contributo alla mitigazione e all’adattamento ai cambiamenti climatici a livello regionale
• Una maggiore consapevolezza pubblica dei benefici di Natura 2000 e dei servizi ecosistemici, come risultato della produzione di un piano di comunicazione strategico per il prossimo decennio.
• Un incremento dei posti di lavoro legati alle professioni “verdi”

Questi obiettivi saranno raggiunti attraverso:
• Creazione gruppo N2000 multisettoriale, con i membri delle varie direzioni regionali
• Raccolta e studio documenti prodotti in relazione alla gestione dei siti N2000 in Sicilia
• Analisi dei posti di lavoro verdi connessi con la rete N2000 regionale e identificazione di una proposta per creare nuovi incentivi
• Produzione stima del valore socioeconomico della rete N2000 regionale
• Stima costi associati alle misure di conservazione per la rete N2000 e analisi dei fondi disponibili a livello comunitario e nazionale
• Produzione misure di gestione per i siti N2000 che non dispongono di un piano di gestione, per i siti marini e per la connessione dei siti regionali
• Elaborazione piano finanziario per la gestione della rete N2000 in Sicilia 2016-2020
• Produzione documento programmatico per la gestione della rete N2000 regionale
• Revisione e aggiornamento PAF
• Produzione piano di monitoraggio scientifico relativo a tutti gli habitat e le specie di interesse comunitario presenti nei siti N2000 regionali
• Realizzazione piano strategico di comunicazione per il prossimo decennio
• Consultazione stakeholder (forum territoriali) per una formulazione condivisa della strategia di gestione della Rete N2000
• Campagna di comunicazione regionale (spot audio, campagna web, materiale informativo, ecc.) sulla Rete N2000 e la sua importanza per la biodiversità e qualità della vita
• Altre attività di disseminazione: sito web pannelli informativi, convegno finale, layman’s report, ecc.

Partner
Dipartimento dell’Ambiente della Regione Siciliana – Assessorato del Territorio e dell’Ambiente (coordinatore), Dipartimento Regionale degli Interventi Strutturali per l’Agricoltura della Regione Siciliana – Assessorato delle Risorse Agricole e Alimentari, CTS e Comunità Ambiente.

Durata
Settembre 2013 –  Novembre 2016